CON IL TUO ACQUISTO, SOSTIENI LA MISSIONE CULTURALE DI ROSETUM

Punto vendita presso la Libreria Rosetum: via Pisanello, 1.

Orari di apertura (da martedì a domenica): 10.15 – 12.30; 16.00 – 18.30

Per ordinazioni e spedizioni a domicilio: 351 7770227; 351 7770836; info@rosetum.it

NOVITA’ 2021 – I regali perfetti per la festa del papà!

Testi liberamente tratti da: G. Pizzol, Giuseppe e il falegname, Itaca; spettacolo teatrale di M. Finco e G. Pizzol. Illustrazioni e progetto grafico: Anna Formaggio. Prefazione: fr. Paolo Martinelli, Vescovo ausiliare di Milano.

All’inizio di questo speciale anno che Papa Francesco ha voluto dedicare a san Giuseppe – patrono della Chiesa Cattolica – questo libretto ha lo stile di un testo teatrale e il fascino di illustrazioni d’autore in ogni pagina. San Giuseppe parla in prima persona e ciò che dice è molto più di un racconto: fin dalle prime righe il lettore si trova ad immedesimarsi nei sentimenti e nei pensieri di una figura tanto umana, nel senso più grande del termine, che ben si comprende perché il Redentore lo abbia scelto come suo custode. «Ho sposato la Vergine Maria, la più bella donna che ci sia, mio figlio è il Re dell’universo intero e la mia vita dura in eterno in cielo! Che razza di mistero!». In effetti, come fu per Maria, che razza di mistero dovette essere anche per Giuseppe ciò che accadde! Lui, semplice falegname, per ben tre volte vide angeli scendere dal cielo ad annunciargli cose inaudite e, subito dopo, scomparire…: come saranno stati per lui i momenti appena successivi a quando ogni angelo partì da lui? Il testo evoca anche questi momenti e, come nella metrica di una poesia, svela il segreto della santità umana di Giuseppe…

quadretto san Giuseppe Centro culturale Rosetum

Quadretto su tela (cm 20 x 20) illustrato da Anna Formaggio. Con il testo della preghiera che Papa Francesco ha scritto nel 2021, in occasione dello speciale anno dedicato a a San Giuseppe, Custode del Redentore e Patrono della Chiesa.

COLLANA PERLAPPUNTO

“OGGI VOGLIO PORTARVI TUTTI IN PARADISO” 

Testi di G. Pizzol e M. Finco – illustrazioni di Anna Formaggio

Da dove nasce l’indulgenza della Porziuncola, il cosiddetto Perdono di Assisi che, da oltre 800 anni, è un appuntamento annuale per i cristiani di tutto il mondo? In una imprecisata notte del luglio 1216, Francesco immerso in preghiera nella chiesetta della Porziuncola ebbe la visione di Cristo e di Maria circondati da una moltitudine di angeli. Alla domanda di Gesù su cosa desiderasse per la salvezza delle anime, senza alcuna esitazione Francesco chiese l’indulgenza di tutti i peccati per coloro che, pentiti e confessati, avessero visitato la chiesetta. A seguito dell’approvazione pontificia, il 2 agosto 1216 Francesco annunciò al popolo convenuto alla Porziuncola: «Oggi voglio portarvi tutti in Paradiso». Con la nascita di Gesù, Dio diventa bambino e il Paradiso comincia a diventare “toccabile”, conoscibile in terra…

“IL PRESEPE… CHE MERAVIGLIA!”

Testi di G. Pizzol e M. Finco – illustrazioni di Anna Formaggio

Perché facciamo il presepe? Che significato hanno tutte le sue statuine? A partire dalla notte di Natale del 1223 – quando a Greccio, per la prima volta nella storia, San Francesco rappresenta il grande avvenimento della nascita di Gesù – il presepe è entrato nelle nostre case. E’ un vangelo senza parole, che bisogna imparare a leggere per riscoprire che i suoi personaggi rappresentano ciascuno di noi e, pur senza voce, raccontano la storia dell’umanità. Chi è il pastore della meraviglia? E perché ce n’è uno che dorme? Perché il bue va a destra e l’asinello a sinistra? Gesù Bambino nasce in una grotta, o in una stalla? Perché c’è sempre un laghetto, o un pozzo? Perché ci sono le botteghe di frutta, pesce e carne: cosa rappresentano? Noi dove siamo…?

“LUCE, CROCE, VOCE E… NOCE”

Testi di G. Pizzol e M. Finco – illustrazioni di Anna Formaggio

Di che cosa ha bisogno veramente l’uomo? Nella propria vita, Sant’Antonio capisce che non è capace di rispondere da solo a questa grande domanda. Nessun uomo è capace. Ci vuole un Altro che, sostenendo la storia di ognuno, riesca a smuovere anche la storia del mondo. In questo testo si racconta la storia umana e cristiana di un certo Fernando che, cominciando a chiedersi cosa fosse la felicità, divenne Sant’Antonio. Cos’è la felicità, “com’è il paradiso, com’è fatto l’amore… Quali sono le cose più giuste da fare? Come si può sconfiggere il male…”: da quando Dio si è fatto uomo, tutto questo si può vedere…

“NIENTE COME PRIMA…”

Testi di G. Pizzol e M. Finco – illustrazioni di Anna Formaggio

Perché di certi fatti ci ricordiamo addirittura l’ora? Cosa cambia per sempre la nostra vita, tanto da descriverci come ci descrive il nostro nome…? E’ la storia di Veronica, la donna che ha asciugato il volto di Gesù sulla strada verso il Calvario; di Elisabetta, cugina di Maria; di Maddalena, che tutti chiamavano Samaritana; di Simone, che Gesù ha chiamato Pietro; di Giovanni e Andrea, cugini e pescatori, “pescati da Gesù in mezzo a un mare di gente…”. E’ anche la nostra storia, che nasce quando veniamo al mondo e rinasce quando incontriamo “il perché del mondo…”. Fin da appena nato, nella piccolezza di un bambino in culla e nella povertà di una mangiatoia, Gesù ha cambiato la vita di tanti uomini. A cominciare dai pastori che sono andati ad adorarLo, niente è stato più come prima…

“GIUSEPPE… E L’ANGELO PARTI’ DA LUI”

Testi di G. Pizzol e M. Finco – illustrazioni di Anna Formaggio – prefazione del Vescovo ausiliare di Milano, fr. Paolo Martinelli

San Giuseppe parla in prima persona e porta il lettore ad immedesimarsi nella sua esperienza. Lui, il cuore più paterno che sia mai esistito, «pronto alle sorprese di Dio» (come lo definisce il vescovo Paolo Martinelli nella sua luminosa prefazione), esordisce così: «Ho sposato la Vergine Maria, la più bella donna che ci sia, mio figlio è il Re dell’universo intero e la mia vita dura in eterno in cielo! Che razza di mistero!». In effetti, come fu per Maria, che razza di mistero dovette essere anche per Giuseppe ciò che accadde! Lui, semplice falegname, per ben tre volte vide angeli scendere dal cielo ad annunciargli cose inaudite e, subito dopo, scomparire… Nell’anno 2021 che Papa Francesco ha voluto dedicare a san Giuseppe, a 150 anni dalla sua proclamazione a patrono della Chiesa Cattolica, il Custode del Redentore continua a stare «vicino a tutti quelli che sono in cammino…».

QUADRETTI SU TELA

quadretto san Giuseppe Centro culturale Rosetum

Preghiera a San Giuseppe, scritta da Papa Francesco nel 2021, speciale anno dedicato al Patrono della Chiesa e Custode del Redentore.

Illustrazione di Anna Formaggio.

Dimensioni: cm 20×20 – spessore cm 2.

Preghiera dell’Angelo di Dio.

Illustrazione di Anna Formaggio.

Dimensioni: cm 20×20 – spessore cm 2.

Preghiera dell’Ave Maria.

Illustrazione di Anna Formaggio.

Dimensioni: cm 20×20 – spessore cm 2.

“Il Verbo si è fatto carne e abita in mezzo a noi” (Cfr. Gv 1, 14).

Illustrazione di Anna Formaggio.

Dimensioni: cm 20×20 – spessore cm 2.

L’incipit della più antica preghiera alla Vergine, risalente al III secolo e tutt’oggi usata nei principali riti liturgici cristiani.

Illustrazione di Anna Formaggio.

Dimensioni: cm 20×20 – spessore cm 2.

Ave Maria splendore del mattino…: la prima strofa del canto alla Madonna scritto da Claudio Chieffo.

Illustrazione di Anna Formaggio.

Dimensioni: cm 20×20 – spessore cm 2.

Una delle più belle citazioni di Buster Keaton (1895-1966): attore, regista e sceneggiatore statunitense, tra i più grandi maestri del cinema muto.

Illustrazione di Anna Formaggio.

Dimensioni: cm 30×20 – spessore cm 2.

MAGLIETTE CHAPEAU (taglie per bambini e adulti)

Disegno di Anna Formaggio.

MAGLIETTE ROSETUM JAZZ FESTIVAL (taglie per adulti)

Disegno di Anna Formaggio.