“Lazzaro vieni dentro” LA GRAMMATICA DEGLI AFFETTI

Di Giampiero Pizzol
Con Marta Martinelli e Carlo Pastori
Regia Carlo Rossi

Nei Vangeli Lazzaro è protagonista della più drammatica e straordinaria avventura che un
uomo abbia mai vissuto: trascorrere quattro giorni nel regno delle ombre. E poi tornare “di
qua”, grazie al miracolo del suo amico Gesù.

Lo spettacolo, attraverso un doppio registro, comico e drammatico, vuole essere lo specchio in
cui questa antica vicenda si riflette e ci riflette, con tutte le domande che ora e sempre ci portiamo
dentro. Perché se morire è difficile, risorgere non è affatto semplice!
Lazzaro, una volta resuscitato, non vuol saperne di dormire in un luogo chiuso, perché è stato chiuso per ben quattro giorni in un sepolcro e se non fosse arrivato Gesù a tirarlo fuori, sicuramente si troverebbe ancora là. Per questo, ora che è stato rianimato, Lazzaro vive in cortile, tra le lenzuola e i panni stesi, in casa proprio non vuol saperne di entrare, neanche morto. Anzi, neanche Risorto!
Sarà proprio Lazzaro, in una sorta di rivelazione, a raccontare alla sorella Marta quel che ha visto e
che si ricorda dell’esperienza strana e terribile del “viaggio nell’Aldilà”. Marta si lamenta per le
faccende di casa che pesano tutte su di lei: perché Lazzaro, che “prima” si rendeva utile, ora se ne
sta seduto in cortile e non fa più nulla da mattina a sera? E Maria cosa fa? Canta. Canta sempre,
Maria!

Data

1 Apr 2023

Orario

18:00 - 20:00

Ingresso

posto unico 10 euro

Sala

Capannone Rosetum

Prossimo evento